It / En

Sostenibilità. È ora di agire.

Il 22 settembre si apre la quarta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile con centinaia di appuntamenti tutti in rete



Tra i tantissimi festival che da sempre animano l’autunno italiano, senza dubbio uno dei più importanti è il Festival dello Sviluppo Sostenibile. Non solo perché si affrontano i temi al centro del dibattito sul presente e sul futuro del pianeta e delle prossime generazioni, ma soprattutto per il fatto che il contributo alla discussione arriva da più ambiti, in tutta Italia e in rete. Insomma, è la più grande iniziativa nazionale per sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sulla sostenibilità economica, sociale e ambientale, provando a realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 dell’Onu e i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.



Organizzata da Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile (ASVIS), l’edizione 2020 si aprirà il 22 settembre e proseguirà fino all’8 ottobre. Convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari: nonostante l’emergenza sanitaria in corso, il Festival dello Sviluppo Sostenibile non si intimidisce ed è pronto a proporre una quarta edizione “riorientata” e potenziata anche o proprio alla luce delle nuove riflessioni scaturite dall’impatto che la crisi ha avuto sulla nostra quotidianità e sul nostro modo di vedere e pensare il futuro.



Sono centinaia gli eventi già in calendario su https://festivalsvilupposostenibile.it/2020. Iniziative con una grande varietà di format, in modo da consentire a tutti di partecipare agli eventi più adatti ai propri bisogni e interessi. Esperti, policy maker, imprese, professori, studenti, bambini, cittadini: il Festival è per tutti. 



In questa particolare edizione, grazie ad una collaborazione con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, saranno coinvolte anche le sedi diplomatiche italiane e gli istituti di cultura all’estero.