Eventi

La foresta del Cansiglio candidata a patrimonio dell’umanità

Sono dieci le Antiche Faggete italiane riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per il loro eccezionale valore naturalistico e per l’incredibile biodiversità che le contraddistingue. 

Si estendono dall’Emilia Romagna alla Basilicata, ma in un futuro molto prossimo potrebbero arrivare a toccare anche il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. È di questi giorni infatti la proposta del governatore del Veneto Luca Zaia di candidare l’altopiano del Cansiglio a patrimonio dell’Umanità

Estendendo così il sito delle Faggete UNESCO all’Antico Bosco da Reme del Cansiglio, che fu la foresta dei Dogi della Serenissima Repubblica di Venezia. Settemila ettari di bosco di faggi, abeti bianchi e rossi, che fanno già parte delle aree SIC (Sito di Interesse Comunitario) ed è una Zona di Protezione Speciale (ZPS).

L’idea del governatore veneto è già stata accolta favorevolmente dal Ministero dell’Ambiente e dalla Commissione nazionale italiana per l’Unesco. Una proposta di riconoscimento che il ministro Sergio Costa ha come obiettivo promuovere il territorio, la microeconomia locale e il turismo

“L’Italia – ha detto Costa – è orgogliosa di avere un patrimonio naturale e una ricchezza di biodiversità che il mondo ci invidia”.

Leggi gli altri articoli
Leggi articolo
Sostenibilità
16 Set 2020

Quattrocento scienziati per dieci proposte concrete per l’economia circolare

Leggi articolo
Eventi
28 Ott 2020

Due anni dopo Vaia, la tempesta perfetta che ha ferito i nostri boschi

Leggi articolo
Eventi
19 Dic 2019

Le meraviglie del Cansiglio alla Loggia Incantata

To top
contattaci
Scrivici su Whatsapp