Sostenibilità

Iniziative Made in Italy per la mobilità sostenibile

Si moltiplicano anche in Italia le iniziative per promuovere la mobilità sostenibile. Fra i tanti, due in particolare hanno catturato la nostra attenzione. Uno che riguarda le grandi città e l’altro un territorio provinciale.

A Roma, Milano e Napoli sta per essere sperimentata una app per incentivare i cittadini a non utilizzare l’automobile. Il progetto, presentato nei giorni scorsi al festival Green&Blue organizzato dal quotidiano La Repubblica, grazie alla tecnologia consentirà di acquistare nella stessa applicazione il biglietto della metro e dei bus, di chiamare e pagare il taxi, di noleggiare bici elettriche e monopattini, oltre che di usufruire del servizio di car sharing. La medesima app fornirà informazioni sul traffico, stabilendo mezzi e percorsi migliori, e mostrerà nero su bianco che è economicamente più conveniente usare mezzi alternativi rispetto all’auto privata.

In 18 comuni dell’hinterland di Treviso, compreso il capoluogo, si è invece già partiti con il progetto “Bike to work”, che coinvolge direttamente anche le associazioni di categoria. Qui chi sceglie di andare da casa al lavoro a piedi, in bicicletta o con un mezzo elettrico alternativo all’automobile viene premiato con buoni spesa. Ci si deve registrare in una app, che calcola attraverso Google Maps i percorsi e i chilometri sostenuti da chi aderisce all’iniziativa: ogni chilometro fa guadagnare 20 punti, che equivalgono a 0,25 euro. Al massimo si possono accumulare 200 punti al giorno, ossia si deve pedalare per dieci chilometri. Ma la app tiene conto anche dei punti in eccesso, verificando l’effettivo risparmio di emissioni di CO2 e facendo accumulare punti per un concorso a premi che mette in palio una mini car elettrica.

Le idee non mancano. Ma i cittadini come le accolgono? Nel trevigiano, dove il progetto è partito a inizio giugno, già nei primi giorni è stato boom di iscrizioni alla app Eco Attivi. Attenzione però: il capoluogo della Marca trevigiana – che anche per il 2025 sarà tra le quattro città finaliste (unica italiana) all’European Green Leaf Award – non è immune da annose e ventennali discussioni sulla necessità di pedonalizzare il centro storico. Peraltro molto piccolo. Ma l’auto, si sa, resta sempre una comodità difficile da eliminare dalle abitudini quotidiane. A Milano già l’introduzione del limite di velocità aveva scatenato non poche polemiche e a Roma c’è stata una vera e propria ondata di proteste contro l’allargamento della zona verde a traffico limitato. Tanto che chi amministra la capitale si è visto costretto a rimodulare le proprie decisioni. Il che la dice lunga sul potenziale successo della nuova app. Non resta che aspettare.

Leggi gli altri articoli
Leggi articolo
Design
26 Ott 2021

Parquet in cucina: i pro e i contro della scelta

Leggi articolo
Eventi
19 Dic 2019

Le meraviglie del Cansiglio alla Loggia Incantata

Leggi articolo
Certificazioni
12 Feb 2019

Formaldeide, Itlas sceglie i pannelli certificati CARB per tutti i suoi pavimenti

To top
contattaci
Scrivici su Whatsapp